ALEX CAROZZO

Da NAUTIPEDIA.

Carozzo Alex.jpg

Nota di Antonio Soccol:

“*Alex Carozzo, nato a Genova ma vissuto a Venezia (sin dal terzo mese di vita), negli anni Sessanta fece per primo al mondo la traversata dell’oceano Pacifico (dal Giappone a San Francisco) d’inverno con una barca che si era auto progettato e costruito con materiale di recupero, dentro ad una sezione di stiva inutilizzata del Liberty di cui era ufficiale di rotta. L’albero (il primo) era un palo del telefono di Tokio caduto a terra…”

“Pochi giorni dopo la partenza un tifone investì la barca e le divelse l’albero. Alex proseguì con un moncone dello stesso, faticosamente recuperato a bordo, sino alle Midway (base militare americana) dove ebbe il permesso di entrare in porto, tagliare un albero di cedro rosso (mi pare di ricordare) , lavorarselo a mo’ di albero da vela, montarselo a bordo e ripartire… Racconta il tutto in un ottimo libro “Qualsiasi oceano va bene” edito da Mursia ma ormai introvabile.”

“Era in assoluto il primo italiano ad andar per mare da solo. Ed è mio buon amico da sempre”.”


PRESS (click)