CANTIERI DI PISA

From NAUTIPEDIA
Jump to navigation Jump to search

Origianariamente il nome era CANTIERI NAVALI PORTA A MARE PISA

CANTIERI DI PISA
Ragione sociale : CANTIERI DI PISA SPA
Data fondazione : 1956
Situazione: rilevato da procedura fallimentare
Tipo: Costruttori
Produzione prevalente: Imbarcazioni prima solo in legno e in seguito in GRP
Indirizzo: Via Aurelia- Darsena Pisana

CAP:

56100 Pisa
Stato: italy
Telefono/Fax:
e-mail:
Sito ufficiale:
Gruppo:
Altri link:
Personaggi:
Note:
Google map:
Cod:

STORIA DELLA PRODUZIONE DEL CANTIERE FINO AL 2008


ADV


TRACK E MANAGEMENT

Nel 1956 GINO BINI e ANTONIO SOSTEGNI fondano il cantiere e nel 1957 edificano un primo capannone nella zona portuale di Pisa.

Nel 1959 aprono un nuovo cantiere a Limite sull'Arno.

Nel 1972 il Cantiere Navale Italiano a Porta a Mare cambia nome e diventa l'attuale "Cantieri di Pisa"

Nel 2001-2002 è CEO PAOLO LO BIANCO

Nel 2002 I Cantieri vengono acquisiti al 51% dalla tedesca Dresdner Kleinwort Capital - una divisione del gruppo bancario e assicurativo Allianz-Dresdner - che tra gli obiettivi ha anche quello di portare il cantiere alla quotazione in Borsa entro tre anni. Il resto del pacchetto azionario resata alla famigli BINI e SOSTEGNI.

NEL 2003 con la produzione del KAITOS 64 e KAITOS 76 il cantiere entra in crisi

NEL 2004 entra in trattativa il GRUPPO CAMUZZI per acquisisce il 91% del pacchetto azionario. Il 9% resta a SOSTEGNI unitamente alla concessione dell'immobile del cantiere.

Nel 2005 viene acquisito il 100% dal GRUPPO CAMUZZI che comprende anche BAGLIETTO

NEL 2006 L'Ing. LUCIANO SCARAMUCCIA assume la carica di CEO del cantiere |INTERVISTA

NEL 2010, con 140 milioni di debiti richiesta di concordato

NEL 2010 il gruppo, PISA compreso, viene ceduto attraverso un concordato al gruppo OVERMARINE .

NEL 2011 salta l'accordo con OVERMARINE e il cantiere rimane escluso dalla cessione della BAGLIETTO al GRUPPO GAVIO

NEL 2013 il cantiere è sempre in alto mare in piena crisi.

NEL 2014 si fanno avanti Cinesi, Coreani, Francesi ma non si approda a nulla. A dicembre viene formulata una proposta Italiana da VINCENZO MOCCIA

NEL 2015 finalmente si aggiudica il cantiere ALESSANDRO FALCIAI neo proprietario di MONDOMARINE.

NEL 2017 il cantiere entra in crisi assieme a MONDOMARINE. ALESSANDRO FALCIAI ha fatto male i conti. A luglio svanisce la cessione ai Cinesi e tutto il gruppo entra in Concordato.

NEL 2018 si accavallano situazioni e proposte. A gennaio il fallimento del cantiere; ad aprile proposta di acquisto, poi ritirata, di BALTIC YACHTS; a settembre accettata la proposta di Sea Finance.

NEL 2019 il cantiere riparte. Presidente PIETRO COMERRO

NEL 2020 di nuovo in vendita. interessamento di TANKOA

NEL 2021 LA proprietà passa nelle mani del gruppo Alfagomma di ENRICO GENNASIO


| OPUSCOLO STORICO DI CONDUZIONE MOTORYACHT

MODELLI


MODELLI IN LEGNO


MODELLI A VELA


PRESS


FOR SALE

 ImmagineLunghezzafuorituttoAnnocostruzioneProgetto
KERILOS251961LAURENT GILES
LOLITA (SUPERPOLARIS)1967
CAROMIOIN ARRIVO13.831969
QUADRIFOGLIO241971
FAWN (AKHIR 25S)251990
IXIA (AKHIR)1990
MIZAR (AKHIR 25S)1991
BENEDYCTA (AKHIR 25 S)251993STUDIO SPADOLINI
SPYK33.101999
BLUE LADY (AKHIR)25.802001
ELEMENT42.702002
MIJOUCA262003