JALINA

Da NAUTIPEDIA.

http://www.jalina.it/

JALINA NAV.jpg

  • Anno di progetto 1946
  • Anno di costruzione 1946
  • Progettista Eugéne Cornu
  • Cantiere costruttore P. Jouet, Sartrouville
  • Lunghezza fuori tutto (m) 13.46
  • Larghezza massima (m) 3.20
  • Immersione di progetto (m) 1.90 Classe
  • Materiale scafo Legno
  • Materiale sovrastruttura Legno


Jalina è una magnifica barca da regata e crociera dalle linee inusuali e potenti, leggera e robusta. Fu progettata da Eugène Cornu e costruita nei cantieri Jouet per Jacques Barbou. La favorevole sinergia tra progettista, cantiere e armatore, tutti ai massimi livelli della nautica francese, crearono questo raffinato capolavoro nel 1946

Con 95 m2 di vela vicino a 9 tonnellate di dislocamento 5, la barca era design audace per i suoi tempi. C’erano architettie costruttori che pensavano una barca doveva portare tutta la sua tela per forza 5. La superficie della vela è quasi il 50% della superficie velica di bolina, che è molto importante per un impianto testa d’albero. La forma dell’arco è giustificato dal desiderio di dare i piedi paterazzo.

I coniugi Barbou, Jacques ed Eliane, furono grandissimi personaggi nella vela d’altura francese fino agli anni 60. Nel 1951 si fecero costruire un altro potentissimo Ocean Racer, Janabel, sempre da Cornu e Jouet, e alternativamente con l’una regatavano in Mediterraneo e con l’altra in Atlantico, spesso mietendo vittorie di qua e di là. Chi ha buona memoria o colleziona riviste nautiche sa che Jalina fino ai primi anni 60 ha collezionato vittoria in molte regate in Mediterraneo, ma i proprietari successivi la utilizzarono per lo più in crociera.

Dopo molti anni di assenza dai campi di regata e dalle navigazioni, finalmente Jalina torna a farsi ammirare dopo un attentissimo restauro eseguito dai fratelli Marco e Stefano Bonacina, i maestri d’ascia, naviganti noti tra le barche d’epoca perché Marco è skipper di Vistona, di cui ha curato il restauro insieme al fratello.

PRESS