ORSA MINORE

Da NAUTIPEDIA.

Orsa minore.jpg ORSA MINORE PLAN.jpg

...III^ classe R.O.R.C.“ORSA MINORE” Costellazione fondamentale “da sempre” nel nostro emisfero per i bravi marinai che su di essa hanno sempre contato per seguire la giusta rotta. E fu sicuramente questa una delle ragioni che spinse nel 1949 la Marina Militare Italiana a dedicare all’Orsa Minore la barca a vela per lo sport velico (Marivela) che qui voglio ricordare. Siamo nel maggio del 1949 allor’che i vertici dello sport velico della Marina Militare Italiana (e su tutti voglio ricordare il colonnello delle Armi Navali Gianni Pera che il comandante Giancarlo Basile ebbe a definire in un suo ricordo "un ufficiale dotato di una sviscerata passione per la vela, una preparazione tecnico-velistica non comune ed una spiccata predisposizione per le relazioni sociali") sempre più convinti del buon esito dell’attività velica al fine di formare il carattere e la preparazione in mare dei propri uomini, decidono di inserire nella flotta alcune barche della terza classe R.O.R.C. (Royal Ocean Racing Club). Viene scelto, allo scopo, il disegno del ventiquattro piedi R.N.S.A. (Royal Navy Sailing Association l’equivalente inglese del nostrano Marivela) del famoso progettista inglese Jack Laurent Giles, barca derivata da un altro famoso progetto di Giles, il “VERTUE” ma, a differenza di quest’ultima l’R.N.S.A. 24 risulta più leggero e con una minore superficie bagnata, Il piano velico era stato studiato da un altro grande progettista tale Cap. John Illingworth, il quale, al timone del’R.N.S.A. 24 “Samuel Pepys”, vinse nella terza classe la prima edizione della più bella regata d’altura mediterranea: la “Giraglia”. Era il 13 luglio 1953. Per la costruzione di quattro di queste nuove barche (ORSA MINORE, LEVRIERE, CIGNO e CHIAR DI LUNA quest'ultima era simile alle altre, ma con slancio di poppa anziché a specchio e timone esterno, particolari curati dal colonnello Pera) venne scelta un’azienda italiana di grande prestigio con una lunga storia nelle costruzioni navali in legno, il Cantiere Sangermani di Lavagna, per la quinta (STELLA MATTUTINA) venne scelto l'altrettanto prestigioso Cantiere della Gherardesca di Donoratico. Le principali caratteristiche tecniche di queste barche si possono così riassumere: 5 tonnellate la stazza lorda, 9,40 m la lunghezza fuori tutto, la lunghezza al galleggiamento era pari a m 7,32, il baglio massimo m 2,28 con un pescaggio di m 1,78, la superficie velica era pari a mq 39. Vi era pure installato un motore da 12 c.v. che gli permetteva una velocità di 6 nodi. Il nome che dovrà accompagnare una delle nuove creature sarà appunto “Orsa Minore”. Varata a Lavagna nel giugno 1952 l’Orsa Minore viene destinata al Compartimento Marittimo Militare della Spezia. Conosce una discreta vita agonistica nelle svariate regate organizzate da Marivela nell’alto Tirreno, al comando di vari ufficiali di Marina e durante la stagione estiva, come altre barche, veniva messa a disposizione degli ufficiali che ne facevano richiesta, come barca da diporto...


ABOUT