CANTIERI DI PISA

Da NAUTIPEDIA.
(Reindirizzamento da PISA CANTIERI NAVALI)
CANTIERI DI PISA
Cantieri-di-pisa logo.jpg
Ragione sociale : CANTIERI DI PISA SPA
Data fondazione : 1956
Situazione: rilevato da procedura fallimentare
Tipo: Costruttori
Produzione prevalente: Imbarcazioni prima solo in legno e in seguito in GRP
Indirizzo: Via Aurelia- Darsena Pisana

CAP:

56100 Pisa
Stato: italy
Telefono/Fax:
e-mail:
Sito ufficiale:
Gruppo:
Altri link:
Personaggi:
Note:
Google map:
Esporta: speciale:Esporta/

STORIA DELLA PRODUZIONE DEL CANTIERE FINO AL 2008


ADV


TRACK E MANAGEMENT

Nel 1956 GINO BINI e ANTONIO SOSTEGNI fondano il cantiere e nel 1957 edificano un primo capannone nella zona portuale di Pisa.

Nel 1959 aprono un nuovo cantiere a Limite sull'Arno.

Nel 1972 il Cantiere Navale Italiano a Porta a Mare cambia nome e diventa l'attuale "Cantieri di Pisa"

Nel 2001-2002 è CEO PAOLO LO BIANCO

Nel 2002 I Cantieri vengono acquisiti al 51% dalla tedesca Dresdner Kleinwort Capital - una divisione del gruppo bancario e assicurativo Allianz-Dresdner - che tra gli obiettivi ha anche quello di portare il cantiere alla quotazione in Borsa entro tre anni. Il resto del pacchetto azionario resata alla famigli BINI e SOSTEGNI.

NEL 2003 con la produzione del KAITOS 64 e KAITOS 76 il cantiere entra in crisi

NEL 2004 entra in trattativa il GRUPPO CAMUZZI per acquisisce il 91% del pacchetto azionario. Il 9% resta a SOSTEGNI unitamente alla concessione dell'immobile del cantiere.

Nel 2005 viene acquisito il 100% dal GRUPPO CAMUZZI che comprende anche BAGLIETTO

NEL 2006 L'Ing. LUCIANO SCARAMUCCIA assume la carica di CEO del cantiere |INTERVISTA

NEL 2010, con 140 milioni di debiti richiesta di concordato

NEL 2010 il gruppo, PISA compreso, viene ceduto attraverso un concordato al gruppo OVERMARINE .

NEL 2011 salta l'accordo con OVERMARINE e il cantiere rimane escluso dalla cessione della BAGLIETTO al GRUPPO GAVIO

NEL 2013 il cantiere è sempre in alto mare in piena crisi.

NEL 2014 si fanno avanti Cinesi, Coreani, Francesi ma non si approda a nulla. A dicembre viene formulata una proposta Italiana da VINCENZO MOCCIA

NEL 2015 finalmente si aggiudica il cantiere ALESSANDRO FALCIAI neo proprietario di MONDOMARINE.

NEL 2017 il cantiere entra in crisi assieme a MONDOMARINE. ALESSANDRO FALCIAI ha fatto male i conti. A luglio svanisce la cessione ai Cinesi e tutto il gruppo entra in Concordato.

NEL 2018 si accavallano situazioni e proposte. A gennaio il fallimento del cantiere; ad aprile proposta di acquisto, poi ritirata, di BALTIC YACHTS; a settembre accettata la proposta di Sea Finance.

NEL 2019 il cantiere riparte. Presidente PIETRO COMERRO Amministratore delegato SIMONE MARCONCINI


| OPUSCOLO STORICO DI CONDUZIONE MOTORYACHT

MODELLI


MODELLI IN LEGNO


MODELLI A VELA


PRESS