STIAN

Da NAUTIPEDIA.

Negli anni 60 in Via Chiodo, La Spezia.

Società di ANSELMI BORETTI,ALBERTO LANDINI, CARLO SCIARRELLI, GOBBATO, UGO FAGGIONI, FABIO PETERLIN, Bloemhart

Tratto da http://www.altomareblu.com/franco-harrauer-story/


Dopo aver studiato poco e lavorato molto per un paio di anni presso un cantiere di demolizioni navali, nel periodo 1960/65 ero a La Spezia presso la STIAN, società di Boretti Landini, Sciarrelli, Gobbato, Faggioni, Peterlin, Bloemhart, a progettare imbarcazioni a vela e a motore, tipo motorsailer e motoryacht. Lo studio era ubicato in un appartamento di via Chiodo, sotto i portici. Quarant’anni fa il disegno navale era molto differente da oggi, non esistevano i computer e si eseguivano i calcoli con monumentali regoli, oppure con rumorose calcolatrici. Unico ausilio era un planimetro Salmoiraghi con il quale seguire le curve delle ordinate di calcolo per la determinazione dei volumi e dei dislocamenti. Il disegno non era meno faticoso del calcolo, dovendo tracciare le curve con l’inchiostro di china mediante un flessibile di legno di ciliegio, tenuto fermo sul tavolo da disegno da una serie di piombi dal peso di circa mezzo chilo ciascuno… alla fine della giornata eravamo ben palestrati! Fu in questo modo che progettammo la grande goletta TAITU', il ketch TICO TICO, il motoryacht COVENANT e il motorsailer BERENIC, per un totale di 15 imbarcazioni, costruite e varate nei cantieri CANALE a Lavagna, COZZANI a La Spezia, VALDETTARO a Le Grazie.

FLEET