I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando i nostri servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni

Modifiche

Da NAUTIPEDIA.
nessun oggetto della modifica
I RESTAURI E LA PROGETTAZIONE NAVALE
E’ proprio presso il Cantiere Alto Adriatico che Lenardon partecipa al restauro di numerose imbarcazioni, dal ketch Javelin del 1897 al cutter Sorella del 1858, dal Bat a Delfino, da Mirella ai motoryacht classici Misty e La Belle Dame. Contribuisce anche alla costruzione di nuove imbarcazioni a vela in legno, come Chandra e Tiziana IV o le Passere Despina e Nababbo. Con il passare degli anni Federico studia progettazione navale sui libri dei grandi progettisti di fama mondiale. Le sue ‘bibbie’ sono ‘Lo Yacht’ di Carlo Sciarrelli (un vero ‘best seller’ del settore), ‘Skene’s ‘[[Skene's Elements of Yacht Design’ Design]]’ scritto dall’americano [[Francis S. Kinney]], ‘The search for speed under sail’, ‘Boatbuilding’ di Howard I. Chapelle, ‘Sensible Cruising Designs’ di L. Francis Herreshoff o ancora i testi di Frederick Henry Chapman, architetto navale inglese di metà Settecento.
Federico Lenardon al lavoro su un Feather 14'
168 064
contributi

Menu di navigazione