GIOVANNI COSTANTINO

From NAUTIPEDIA
Jump to navigation Jump to search

Biografia

La carriera di Giovanni Costantino inizia nel 1982 come imprenditore nel settore della edilizia e degli arredi su misura. I successi ottenuti e l’esperienza acquisita portano l’imprenditore Costantino, nel 1997 (dopo 15 anni di impresa), ad assumere la decisione di entrare a far parte della multinazionale NATUZZI spa dove per 11 anni, fino alla metà del 2008, contribuisce alla crescita del Gruppo nel ruolo di General Manager occupandosi di moltissime funzioni aziendali.

Dal 2008 ritorna vivo il desiderio di riprendere l’ attività imprenditoriale e decide di dedicarsi al mondo dello yachting, individuando in tale settore un grande potenziale di sviluppo ed innovazione grazie alle competenze manageriali, professionali e stilistiche fino ad allora acquisite.


L’avventura imprenditoriale nella cantieristica nautica

Nel 2008 Giovanni Costantino inizia la propria attività nella cantieristica navale con l’acquisizione di Tecnomar, marchio storico della nautica italiana da sempre sinonimo di sportività, design all’avanguardia ed alte performance. Nel 2011 acquisisce il brand Admiral presente sul mercato da oltre 50 anni e da sempre riconosciuto e apprezzato per eleganza, classicità e prestigio. Nel 2012 per rispondere alla crescente richiesta del mercato di yacht di grandi dimensioni, porta a buon fine la trattativa per l’acquisizione dei Nuovi Cantieri Apuania, cantiere navale storico di Marina di Carrara, dotato di una superficie complessiva di circa 100.000 mq, che dispone di numerose e importanti facilities, quali 11 aree di produzione, 2.000 m di banchina, 200 m di bacino di carenaggio e una capacità totale di sollevamento pari a 1.000 tonnellate.


Nascita di The Italian Sea Group ed il primato cantieristico nel Mediterraneo

Con l’acquisizione di Nuovi Cantieri Apuania nasce The Italian Sea Group uno dei più grandi Gruppi conglomerati della nautica internazionale per la costruzione ed il refit di megayacht e navi fino a 200 m. Missione del Presidente Costantino è traghettare un normale cantiere navale in una vera e propria luxury company riconosciuta in tutto il mondo. Un modello unico e innovativo, con standard organizzativi superiori anche ai big players nord-europei.

Il Gruppo ha costruito 575 navi e yacht dal 1942, e opera sul mercato con quattro brand: Admiral, brand rinomato per i prestigiosi ed eleganti yacht, Tecnomar, brand conosciuto per la sportività, il design all’avanguardia e le alte performances dei suoi yacht, NCA Refit caratterizzante il servizio di riparazioni e refit di yacht e megayacht superiori ai 60 m, e Celi brand storico nella progettazione e realizzazione di interni di lusso. La forte sensibilità del Presidente Costantino verso l’ Italianità ha fatto sì che questa diventasse un valore fondamentale dell’ azienda. A questo scopo, dal 2013 ad oggi sono stati investiti ben 21.000.000 di Euro in infrastrutture ed impianti. Creatività, Stile, Design, Arte, Cultura sono aspetti che caratterizzano il brand Italy nel mondo oltre che The Italian Sea Group, basta entrare nella sede di Marina di Carrara per rendersene conto. Una sede che vuole essere fonte di ispirazione per i visitatori, offrendo un’esperienza a 360 gradi su tutto ciò che rende impareggiabile nel mondo l’ Italian Lifestyle: una collezione permanente d’arte contemporanea si fonde perfettamente con il design elegante ed innovativo degli ambienti, mentre viene assicurata un’esperienza legata al gusto grazie ad un accogliente lounge bar a disposizione di Ospiti e dipendenti ed un ristorante dall’ atmosfera intima e raffinata gestito addirittura da uno chef stellato. In tale ottica di attenzione al dettaglio, il Presidente Costantino ha posto altrettanta cura in una gestione aziendale nel totale rispetto delle Risorse umane, garantendo il massimo del confort per manager, impiegati e maestranze. Il Gruppo è dunque caratterizzato da una forte innovazione nell’ organizzazione industriale senza tralasciare gli aspetti artigianali tipici del made in Italy, avendo il riconoscimento come cantiere navale – luxury brand migliore al mondo da parte dei 12 broker internazionali di riferimento. The Italian Sea Group impiega oggi 273 risorse dirette, mentre ulteriori 700 lavorano giornalmente in cantiere provenendo dall’indotto.

Il successo del Gruppo è evidenziato inoltre dal completo utilizzo dei 100.000mq di spazio produttivo per le Commesse attualmente in produzione ed in Refit:

• 8 Navi dai 40 agli 80 metri • 3 Yacht della linea sportiva di piccole dimensioni • 14 navi dai 45 agli 80 metri in Refit

Tale contemporaneità di Commesse fa sì che il prestigio del Gruppo sia riconosciuto ed apprezzato da importanti Armatori e Clienti internazionali al punto di dover addirittura individuare nuove location produttive per soddisfare le varie richieste.

Un progetto di business che esprime un valore importante anche nel sociale, quello del Presidente Costantino, il gruppo infatti punta moltissimo alla formazione di giovani laureati che a fine percorso formativo, con una percentuale del 75%, sono integrati a tempo indeterminato nell’organizzazione aziendale. Inoltre è in completamento, con un investimento di circa 4.000.000 di Euro, un’ ulteriore area del cantiere denominata VILLAGE, che sarà destinata al benessere e all’intrattenimento di dipendenti ed equipaggi con bar/ristorante/zona tempo libero – lettura – giochi – cinema/palestra-SPA-spogliatoi. Grazie alle attività di refit circa 350 componenti dei vari equipaggi utilizzano il territorio per le loro necessità di soggiorno contribuendo quindi in maniera positiva all’economia e al tessuto commerciale situato nelle immediate vicinanze del Gruppo.


Ultimi riconoscimenti e premi

Nel 2014 Giovanni Costantino è stato insignito del premio World Yachts Trophy, organizzato dal Gruppo editoriale Internazionale Luxmedia Group, come “Imprenditore dell’anno”. Nel 2015 riceve il premio Capital Elite durante il Tuscany Awards, evento organizzato dalla case editrice Class Editori, che individua e riconosce le realtà toscane (aziende, istituzioni, professionisti) che hanno raggiunto particolari livelli di eccellenza.


PRESS